Non ci sono criteri di riconoscimento universalmente applicabili

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Nelle prime fasi del morbo di Parkinson può essere difficile stabilire la diagnosi, in quanto non ci sono sintomi caratteristici o sono lievemente esacerbati. Non ci sono criteri universalmente applicabili per la diagnosi.

Spesso, il processo diagnostico della malattia di Parkinson viene inizialmente condotto nella direzione della diagnostica della sindrome di Parkinson, in seguito per escludere stati e sintomi che parlano contro la malattia di Parkinson. Infine, vengono mostrati i sintomi tipici di questa malattia. Una certa diagnosi può essere fatta solo sulla base della conferma di cambiamenti nel tessuto cerebrale, sulla base dei soli sintomi clinici, solo una possibile o probabile diagnosi di malattia di Parkinson può essere fatta.

La differenziazione della malattia di Parkinson dovrebbe tenere conto di: altre sindromi di Parkinson (ad esempio la sindrome di Parkinson, la sindrome di Parkinson, la sindrome di Parkinson, la sindrome di Parkinson, la sindrome di Parkinson e la sindrome di Parkinson). shock sovra-nucleare progressivo), tremore spontaneo, idrocefalo, incidenti vascolari, malattie mentali (ad es. cancro, ecc.). (per esempio depressione unipolare) e demenza, paresi emiplegica e malattie sistemiche (ad es .: malattia affettiva, depressione unipolare). artrite reumatoide).

Trattamento della malattia di Parkinson

Sfortunatamente, non esiste un trattamento che possa eliminare i cambiamenti nel cervello che si verificano con la malattia di Parkinson, ma solo un trattamento terapeutico sintomatico. I metodi non farmacologici sono usati per la kinesiterapia e si raccomanda un’alimentazione corretta. È anche necessario educare la persona malata.

Il trattamento chirurgico del morbo di Parkinson, d’altro canto, è mirato al danneggiamento durante l’intervento chirurgico di una struttura selezionata responsabile della comparsa della malattia, o all’impianto di un elettrodo per stimolare l’elettricità di una certa area del cervello. Questo metodo di trattamento deve essere preso in considerazione solo dopo che altre misure sono state esaurite e l’effetto del trattamento farmacologico è stato insoddisfacente (l’intervento chirurgico presenta un grande rischio di sviluppo di complicanze).

Raccomandare  Bioretin - opinioni e di prezzo, dove acquistare, acquista ora come funziona

I farmaci più usati nella malattia di Parkinson sono levodopa, bromocriptina, tolkapone, trihexyphenyl e biperiden, amantadina, selegilina.

Prognosi della malattia di Parkinson

La malattia di Parkinson causa invalidità o morte in quasi tutti i pazienti non trattati dopo diversi anni. La prognosi nonostante il trattamento introdotto sta migliorando in modo insoddisfacente – il periodo di fitness è stato esteso solo di alcuni anni. I fattori prognostici sfavorevoli sono: età avanzata dei sintomi della malattia, insorgenza di malattie coesistenti, aumento della rigidità muscolare e del rallentamento motorio all’inizio della malattia, scarsa risposta clinica al trattamento con i preparati di levodopaedia.

Il morbo di Parkinson è sempre progressivo – con il passare del tempo, aumentano i disturbi del movimento e le difficoltà di movimento. Nei casi avanzati, vi è un grado significativo di disabilità, che porta alla dipendenza del paziente dall’aiuto di altre persone. Inoltre, la prognosi è aggravata dalle complicazioni del trattamento farmacologico e dalla polmonite sovrapposta (la causa più comune di morte nel morbo di Parkinson), causata dalla rigidità dei muscoli respiratori, che indebolisce il riflesso della tosse e predispone alle infezioni del sistema respiratorio.

Inoltre, l’infiammazione polmonare è favorita da disturbi della deglutizione, che portano ad aspirazioni alimentari e allo sviluppo di polmonite gastrointestinale. I pazienti possono anche presentare complicazioni sotto forma di infezioni del tratto urinario causate da disturbi funzionali della vescica e dell’accumulo del tratto urinario. A causa dei disturbi della deambulazione, i pazienti sono a rischio di cadute e pertanto possono verificarsi complicazioni traumatiche, che peggiorano anche la prognosi.

Lorenza Scoma
Informazioni su Lorenza Scoma 271 Articoli
Si può dire molto di Lorenza Scoma, ma per lo meno è persuasiva e disinteressata, naturalmente è anche protettiva, allegra e leader, ma sono contaminati e mescolati con le abitudini di essere privi di tatto. la sua natura persuasiva, però, è ciò per cui è spesso ammirata. Spesso le persone contano su di loro e sul suo atletismo ogni volta che hanno bisogno di tirarsi su. Nessuno è perfetto naturalmente e Lorenza ha anche degli stati d'animo e dei giorni marci. la sua natura sconcertante e la sua natura pomposa causano molte lamentele, sia personalmente che per gli altri. Fortunatamente il suo altruismo assicura che non è il caso molto spesso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*