Età diverse, diverse manifestazioni

Clinicamente la dermatite atopica si manifesta in maniera diversa secondo l’età.
Schematizzando, possiamo distinguere tre gruppi:

la dermatite atopica del lattante (< 2 anni);
la dermatite atopica del bambino (> 2 anni);
la dermatite atopica dell’adolescente e dell’adulto.

Clinicamente la dermatite atopica si manifesta in maniera diversa secondo l’età.

Dermatite atopica del lattante

La dermatite atopica del lattante compare tipicamente verso il terzo mese di vita; talvolta,seppur meno frequentemente, anche prima dei tre mesi di vita.
Le sedi più colpite sono:

-il capillizio;
-il volto con risparmio della zona centro facciale;
-gli arti (superficie estensoria).

La regione gluteo-perineale, quando l”igiene locale viene effettuata correttamente, èrisparmiata, probabilmente per la protezione e la iperidratazione determinate dalla presenza delpannolino.
Il prurito è in genere presente e diviene particolarmente intenso in alcuni momenti dellagiornata; spesso può disturbare o non permettere il sonno, specialmente notturno. Non è facileapprezzare il prurito prima del terzo mese di vita, poiché il neonato non è ancora in grado dicoordinare il movimento del grattamento. Il lattante appare facilmente irritabile e piagnucoloso,talvolta insonne.

Dermatite atopica del bambino

La dermatite atopica, dopo il secondo anno di vita, colpisce elettivamente le piegheflessorie degli arti (superficie antecubitale dei gomiti e cavi poplitei, bilateralmente), i polsi(superficie volare), le caviglie ed il volto, soprattutto le palpebre ed il collo.
In particolare, a livello del collo la cute si presenta ispessita, lichenificata, di colore grigio-brunastro. Questoaspetto del collo viene definito “dirty neck” (collo sporco).
Il prurito è presente a tratti: a volte al risveglio, a volte senza un motivo evidente ed èsempre presente nelle fasi di acutizzazione della dermatite. In questa fase sono quasi semprepresenti escoriazioni legate al grattamento.

Dermatite atopica dell’adolescente e dell’adulto

La dermatite atopica dell’adolescente e dell’adulto coinvolge il capo in sedeperiorifiziale (in particolare, periorbitale e periorale); la cheilit con ragadi radiali è particolarmente fastidiosa.
Il collo è spesso coinvolto da lesioni fissurative in regione frontale e da lesioni diaspetto infiltrato/lichenificato nelle regioni laterali. Persiste l”interessamento della regionenucale (“dirty neck”) e delle pieghe degli arti.
Le estremità tendono a peggiorare col coinvolgimento delle regioni palmo-plantari e,soprattutto delle ultime falangi (pulpite secca), talora con distrofia ungueale.
Il coinvolgimento delle regioni palmari o plantari è frequente e rappresenta una comune causadi disidrosi.
Nelle donne può essere colpita la regione delle areole mammarie.
E” sempre bene ricordare che, nonostante la maggior parte dei pazienti presenti dellecaratteristiche cliniche suggestive per la diagnosi, esiste una certa variabilità interindividualeed intraindividuale di segni e sintomi, che talora può rendere meno evidente e rapida la diagnosi.

%name Età diverse, diverse manifestazioni

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*